09:40:21 Lunedì, 14 Ottobre 2019

Grazie al suo fantastico clima, Tenerife è uno dei luoghi più assolati al mondo e questa è una delle tante ragioni per cui milioni di turisti la visitano ogni anno. In cima alla lista ci sono le incantevoli spiagge, gli emozionanti luoghi da visitare e gli eccellenti hotel, che ne fanno la destinazione più apprezzata dai turisti che vogliono allontanarsi per un po’ dalla vita di tutti i giorni. Dunque, il turismo è l’industria più importante dell’isola e ogni anno è fonte di milioni di euro che entrano nelle casse dell’isola.

L’agricoltura è stata a lungo il pilastro economico principale delle Isole Canarie. Il vino prodotto dalle vigne coltivate su pendii poco irrigati rappresentava il prodotto base fino al 1853. In quell’anno una malattia attaccò i vigneti e la viticoltura fu presto sostituita ampiamente dalla produzione di cocciniglia.

Dopo aver trasformato l’economia dell’isola nel XIX secolo, l’allevamento della cocciniglia subì un brusco declino (per lo sviluppo dei coloranti sintetici) e fu sostituita dalle coltivazioni di banane, pomodori, patate e altri ortaggi e frutta. Le banane, che sono ancora la principale coltivazione delle Canarie, sono protette nei mercati spagnoli contro la competizione straniera. Andando in giro per l’isola in macchina è impossibile non scorgere qualche coltivazione di banane. I pomodori crescono tra novembre e aprile per essere pronti per le esportazioni e un’industria molto fiorente è quella dei fiori e delle piante.

Emergenza
Delfinario
Pinguinario