10:26:12 Lunedì, 14 Ottobre 2019

La parte nord-occidentale di Tenerife merita senz’altro di essere esplorata. Il massiccio montuoso di Teno è assolutamente incantevole e le seducenti cittadine come Garachico e Icod de los Vinos sono imperdibili, soprattutto se volete scoprire l’autentico fascino dell’isola.

Garachico è un piccolo porto di pescatori che fu quasi totalmente distrutto nel 1706, quando la lava raggiunge il mare. La lava solidificandosi formò una piccola penisola sulla quale una parte di Garachico fu ricostruita. L’incantevole e rinomato Castillo de San Miguel (Castello di San Michele) sopravvisse a questa catastrofe vulcanica e ai suoi piedi si sono formate piscine rocciose laviche e molti visitatori vi si rinfrescano.

Se lo desiderate potrete gironzolare intorno alle stradine acciottolate che vi sveleranno piazze ed esempi di architettura delle Canarie, poi potrete andate alla scoperta di questa deliziosa cittadina che è ben lontana dalle località frizzanti della costa e dimostra che Tenerife offre molto più che sole e mare.

La piazza principale, Plaza de la Libertad, offre due incantevoli e decorate chiese che furono ricostruite dopo l’eruzione vulcanica. L’Iglesia de Santa Ana (Chiesa di Sant’Anna) e l’Iglesia de San Francisco (Chiesa di San Francesco), che offre decorazioni in stile Mudéjar, un mix di architettura islamica e cristiana.

Tra i numerosi e incantevoli luoghi da scoprire lungo la costa nord di Tenerife, troverete la pittoresca cittadina di Icod de Los Vinos, una delle cittadine più antiche dell’isola che offre come principale attrazione una rinomata Dracena (Drago Milenario) che si ritiene abbia più di mille anni. Sebbene la sua origine rimanga un mistero, gli esperti ritengono che si trovi lì da almeno 300 anni. Badate bene, che occorre pagare un biglietto per vedere quest’albero ma può essere ammirato anche dalla terrazza della chiesa che lo sovrasta. Comunque, qualunque sia la sua origine, la cosa più importante di quest’albero è la sua mirabile bellezza. Un’altra emozionante attrazione naturale è la Cueva del Viento (la Grotta del Vento) un elaborato tubo di lava, uno dei più grandi al mondo, che i visitatori possono visitare al suo interno.

Oltre ad altre incantevoli attrazioni che includono il Convento de San Agustín (Convento di San Agostino), l’Iglesia de San Marcos (Chiesa di San Marco) e il Mariposario del Drago (un giardino tropicale ricco di farfalle), come è naturale, ad attendervi a pochi chilometri fuori dalla città una piccola incantevole spiaggia, Playa San Marcos.