09:49:43 Lunedì, 14 Ottobre 2019

La cultura ispanica ha inizio in tutte le isole Canarie alla fine del XV secolo quando la Spagna inizia a governare ufficialmente su tutto l’arcipelago. Da allora, l’influenza spagnola ha influenzato fortemente le tradizioni, i costumi e la cultura generale di queste isole, inclusa Tenerife.

La cultura che caratterizza ogni angolo di questa isola è davvero vibrante. Dai musei e le gallerie d’arte della cosmopolita città di Santa Cruz alle pittoresche strade di Puerto de la Cruz nell’incantevole Valle di Orotava. I tipici villaggi delle Canarie nascosti sulle montagne e naturalmente la cultura della costa sud e ovest, ogni angolo dell’isola risente dell’influenza spagnola.

Anche la cucina risente fortemente dell’influenza spagnola come del resto l’architettura e le festività o fiestas. La più importante di queste festività è la Semana Santa (la Settimana Santa), che viene celebrata la settimana prima di Pasqua. L’usanza delle Romerías, date specifiche durante le quali le varie località celebrano i loro santi patroni, proviene dalla Spagna come del resto la tradizione di prendersi una pausa durante le ore più calde della giornata quando numerosi negozi e aziende chiudono per la pausa pranzo e riaprono più tardi quando le temperature scendono.

Essendo una piccola isola dell’oceano Atlantico, Tenerife, nell’arco della sua storia, è stata influnzata da altre etnie ma nonostante questa mescolanza sia comunemente accettata, gli abitanti di Tenerife hanno mantenuto con orgoglio le loro tradizioni.

Cliccate qui per una lista completa delle festività.

Santa Cruz – Capitale
Economia
Loro Parque